HomePNL per DimagrirePosare la forchetta e AVANZARE nel PIATTO: 2 delle 7 mosse

Posare la forchetta e AVANZARE nel PIATTO: 2 delle 7 mosse


Martina mi ha fatto una domanda che vorrei isolare in un unico articolo perché credo molto utile a tanti lettori. Perché dovrei avanzare nel piatto e perché dovrei mangiare lentamente?


Martina mi chiede se è veramente utile seguire 2 delle 7 mosse:
Buonasera Debora, ho cominciato a usare le 7 mosse, ma 2 per me sono “complicate” mangio troppo veloce, abitudine consolidata nel tempo per motivi di orario, e quella di lasciare avanzare qualcosa nel piatto, sono stata abituata a finire tutto, non sarebbe lo stesso metterne una cucchiaiata in meno nel piatto?, grazie

E la mia risposta è stata:
Ciao Martina, dunque, sono mosse utili per ritornare a delegare allo stomaco i suoi giusti compiti: quelli di gestire la fame e il nutrimento.

Per tempistiche veloci potresti bypassare il posare la forchetta – anche se masticare mi pare un’azione fondamentale – come fanno alcuni Magri Naturalmente che mangiano un po’ veloce ma sentono chiaramente il senso di sazietà dello stomaco e conoscono il loro corpo e perciò si fermano comunque, anche avendo finito di mangiare prima dei classici 20 minuti.

E comunque tutti lo facciamo quando mangiamo un panino per esempio, finito il panino non resta che aspettare e sentire il senso di sazietà che arriva.

Per il fatto di avanzare anziché fare porzioni più piccole è una questione più mentale (di liberazione) che quantitativa. La tua mente deve imparare che è permesso avanzare e rimettere in frigo, che si può fare, che è legittimo. Arrivata a questo potrai anche ridurre le porzioni.

Un abbraccio
Deb



Le mosse su cui Martina vuole indagare sono importanti per ritornare a mangiare per fame e gusto, tutte le mosse sono state pensate per questo:

  1. Mangiare “lentamente”, cioè senza far diventare fredda la porzione ma masticando normalmente, permette di assaporare, godere e percepire meglio il senso di sazietà che proviene dallo stomaco. Tutto qui 🙂

  2. Per quanto riguarda l’avanzare nel piatto, che sia chiaro non significa buttare, è una mossa “a scadenza” come dico io, cioè serve fintanto che la mente non impara a sentirsi di nuovo libera di scegliere. Libera di avanzare se lo stomaco glielo dice, libera di ascoltare lo stomaco, libera di rimettere via in frigo. Bisogna lasciare che la propria mente inconscia impari di nuovo che le è permesso avanzare, che si può fare, anzie che è giusto farlo.

Buone mosse a tutti.






Ciao, sono Debora, sperò che questo articolo “Posare la forchetta e AVANZARE nel PIATTO: 2 delle 7 mosse” ti sia piacito. Sono autrice, formatrice e Trainer di PNL a livello internazionale. Ho scritto diversi libri di crescita personale tra cui vari best seller e pubblicato diverse formazioni. Ho ideato diversi metodi di auto-aiuto e amo divulgare in modo semplice e pratico solo ciò che trovo utile.




Potrebbe piacerti…


Giusto Peso Per Sempre

In questo sito trovi argomenti sul metodo Giusto Peso Per Sempre, per dimagrire oltre le diete e con la mente. Dimentica i sensi di colpa e le privazioni. Qui il dimagrimento è una piacevole conseguenza del lavoro mentale. Ecco in dettaglio quattro aree tematiche: dimagrisci oltre le diete, dimagrire senza dieta con la mente, dimagrire motivandoti da dentro, dimagrire ascoltando lo stomaco



NUOVO EBOOK GRATUITO


SCARICA QUI