Mangiare in piedi VS Mangiare seduti

Chi lo dice che mangiare in piedi ingrassa? Se passeggi in centro a Milano, a Bari o nei centri storici di quasi tutte le città italiane tra mezzogiorno e l’una, potrai incontrare moltissimi professionisti in pausa pranzo che fanno una passeggiatina con qualcosa da sgranocchiare mentre camminano. Sono tutti grassi?



TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!


Non mi pare. 
Mentre si mangiano un panzerotto o si gustano un gelato in una afosa giornata di luglio, passeggiano, prendono l’aria (quella vera e non quella ghiacciata dell’aria condizionata), guardano due vetrine e sgranchiscono le gambe anchilosate.

Mangiare in piedi è snobbato da molti giornali e professionisti della salute perché viene erroneamente associato a due comportamenti dannosi: mangiare di fretta, mangiare junk food.  Quando si ha tempo  – a casa la sera per esempio – è piacevole sedersi a tavola e gustare una cenetta in famiglia. Quando non si ha tempo, piuttosto che mangiare in fretta in mensa o al bar e poi ritornare veloci in ufficio, molti preferiscono unire la passeggiatina al pranzo.

Quando le mie due bimbe erano piccole piccole e a casa, prima con una, e due anni dopo con l’altra, si cucinava veloce, a volte si mangiava in piedi, ad orari irregolari… A volte si mangiava dal frigo un pomodorino pachino, una foglia di finocchio, un pezzo di grana. C’era una regola infatti da rispettare: che sia gustoso e sano insieme. A volte mangiavo tante volte al giorno e poco per ogni volta, per il tempo limitato che mi era concesso. Mi adattavo, PUR rispettando sempre la fame vera.

Ecco gli errori da evitare quando si pensa a mangiare in piedi:


1 MANGIARE IN PIEDI NON SIGNIFICA MANGIARE JUNK FOOD
E il fast food non è necessariamente junk food (cibo spazzatura). Alcuni esempi: sedano, banane, fragole, ciliegie, finocchio, olive, noci, focaccina, una tazza di passato di verdura, yogurt da bottiglietta, due cracker, una fetta di bresaola, albicocche, rucola come fossero patatine, …

2MANGIARE IN PIEDI NON C’ENTRA NULLA CON IL MANGIARE DI FRETTA
Anzi, spesso è adottato proprio per NON mangiare di fretta. Chi mangia di fretta può farlo (e lo fa di solito) anche quando mangia seduto a tavola. Mastica poco e digerisce male… Conoscevo due ragazze modelle che mangiavano correttamente, però spesso in piedi e in poco tempo. Ebbene, consapevoli di dover mantenere la linea, mangiavano lentissimamente il loro toast per pranzo… come un uccellino sbocconcellavano e assaporavano lentamente per poi riprenderne un altro pezzettino.

3 MANGIARE IN PIEDI NON SIGNIFICA ESSERE IN SOVRAPPESO
Guarda a culture che mangiano per strada, allo street food, ai giovani universitari che mangiano in piedi, camminando, da un polo universitario all’altro… Mangiare in piedi e camminare, potrebbe perfino risultare un’alternativa interessante per vivere la pausa pranzo in modo gustoso e energizzante. Perché no?



Aggiungi al tuo calendario la data del prossimo corso di Giusto Peso Per Sempre a MILANO


iCalendar, Google Calendar, Outlook, Outlook Online, Yahoo! Calendar












Rendi oggi il tuo dimagrimento facile e duraturo. Torna alla tua forma, senza sforzi e in libertà. Ti seguirò passo passo anche nel gruppo di supporto incluso. Puoi iniziare adesso con la formazione online o il corso dal vivo.




Aggressività nei Terrible Twos

Genitori in sovrappeso e l’esempio per i figli

8 + 2 modi per motivarsi a lungo termine

La negoziazione fluida: dal politico alla mamma

6 cose fare di fronte a un capriccio

Cos’è il metabolismo e come si accelera?

Cambiare vita con 5 domande

Visualizzazioni per coach: la difficoltà

Quattro cose che la fermezza NON È

Fabio: come perdere 25 chili con un video corso online

8 + 2 modi per motivarsi a lungo termine

Inside out e il rapport in PNL

Potrebbe piacerti anche…

Angela ha perso 30 chili ed è serena
118.755
Ho perso 30 chili finora, anzi 31 a essere precisi e ne voglio perdere ancora qualcuno… La mia vita è cambiata in meglio, grazie Giusto Peso Per Sempre! Sono sempre stata obesa. Sin da piccola. Anche se da bambina molto energica e amante del movimento. Ero una bambina sveglia e iperattiva nonostante...
Emanuela: meno 46 kg …grazie a un libro (e al cd allegato)!
66.435
Sono stata sempre un po’ robusta fin da piccola ma con il passare degli anni aumentava anche il peso, fino ad arrivare ai 110 chili… Un peso Enorme. Ho provato tantissime diete per dimagrire, con alcuni risultati anche all’inizio, ma bastava un niente per ritornare al punto di partenza, e con i clas...
Dimagrire e paura di non dimagrire
6.495
Dimagrire e paura di non dimagrire È chiaro, dopo tante diete, dopo privazione, liste di cibi da non guardare neppure con il binocolo, è dura accettare di nuovo di riprovare a dimagrire. Se hai anche tu paura di dimagrire sappi che è assolutamente normale! La principale paura di dimagrire è quella d...
Come fare a motivarsi per dimagrire?
202.832
La motivazione è importante per tutti i nostri obiettivi… anche per dimagrire. Se vuoi dimagrire ma non credi di essere motivata o motivato, leggi questo articolo, per favore. In questo articolo ti voglio parlare di come motivarsi per dimagrire e far durare il peso forma ottenuto… per sempre! Ma ve ...
Mangiare ciò che piace
149.715
Come faccio a mangiare ciò che piace senza avere sensi di colpa o mangiare “male”? Me ne parla una ragazza che seguo in coaching. Prima mangia uno yogurt, poi le gallette di riso e poi la tanto desiderata pizza. Ma non faceva prima a mangiarsi una sana fetta di pizza? Gustarla e assaporarla? Non sar...

Comments 3

  1. ma dicono che gli uccellini mangiano nn so quante volte il loro peso e quindi dire mangio come un uccellino è sbagliato!! 😉

    1. Post
      Author

      Certo Anna, anche gli ippopotami mangiano il giusto per loro e così tutti gli animali “liberi”. Ma la domanda per le nostre metafore è: cosa rappresenta per noi mangiare come un uccellino?
      Se preferisci usa un altro animale, l’idea è di trovare – anche a livello di metafore – un elemento utile per mangiare giusto e con il ritmo giusto.
      Grazie per l’ottima osservazione che mi ha dato l’occasione di approfondire un concetto importante.
      Un caro saluto,
      Debora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *