Quando MANGIARE CON GLI AMICI è un problema… » Dimagrire senza dieta con il metodo Giusto Peso Per Sempre

Quando MANGIARE CON GLI AMICI è un problema…

Cosa succede quando ci si trova a mangiare con gli amici? Con cibo a volontà, buono e appetitoso? Con conversazioni piacevoli da seguire e sostenere? E PURE con l’obiettivo di mangiare giusto nonostante le distrazioni?



TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!


Un livello di difficoltà superiore

Proprio come i giochini elettronici, per coltivare la giusta attenzione e sensibilità allo stomaco, esistono livelli di “difficoltà” diversi.

Il PRIMO LIVELLO è quello in tranquillità, a casa, nella tua cucina, con la TV spenta. Puoi completamente dedicarti all’ascolto della fame vera e – boccone dopo boccone con la scala di sazietà – puoi renderti piano piano consapevole della sazietà che arriva. Poi smetti serenamente. Ti alzi da tavola, sparecchi e torni alle tue occupazioni. Questo post è per le amiche che hanno difficoltà a “concentrarsi” quando escono a mangiare con gli amici o quando sono invitate a feste, matrimoni o simili.

Il SECONDO LIVELLO, quello a cui arrivano solo quelli che ai giochini elettronici ci sanno fare, dopo un po’ di pratica, è quello di ritrovarsi a mangiare con gli amici, o con la famiglia… Tra stimoli esterni, chiacchiere, conversazioni più o meno impegnative, l’attenzione da rivolgere a più persone attorno a noi… ECCO, in questi casi, se OLTRE a tutto questo, tu VUOI ANCHE dare attenzione al tuo stomaco, POTREBBE diventare un po’ complicato.

Un possibile problema di attenzione

E’ il caso di molte persone che iniziano a seguire questo metodo. Ci riescono bene da sole, o in situazioni ben studiate preventivamente, ma poi – appena spunta un po’ di socialità – la loro mente si “distrae”, viene (giustamente) attratta dalla piacevolezza della compagnia, e LE VECCHIE abitudini di mangiare OLTRE ritornano. Le conversazioni con amici e parenti distraggono dall’ascolto dello stomaco e per alcuni rischia di essere un po’ più complicato.


DIMAGRIRE SENZA DIETA » Corso dal vivo » Sabato 16 Novembre 2019 » Con Giusto Peso Per Sempre puoi dimenticarti delle diete, delle privazioni e dei sensi di colpa.
DIMAGRIRE SENZA DIETA » Corso dal vivo » Sabato 16 Novembre 2019 » Con Giusto Peso Per Sempre puoi dimenticarti delle diete, delle privazioni e dei sensi di colpa.
DIMAGRIRE SENZA DIETA » Corso dal vivo » Sabato 16 Novembre 2019 » Con Giusto Peso Per Sempre puoi dimenticarti delle diete, delle privazioni e dei sensi di colpa.
Corso dal vivo

DIMAGRIRE SENZA DIETA » Sabato 16 Novembre 2019 » Con Giusto Peso Per Sempre puoi dimenticarti delle diete, delle privazioni e dei sensi di colpa. TUO per 180€

Voglio saperne di più


Il sentimento di aver fallito

A seguito di esperienze del genere, queste persone in difficoltà con cibo e socialità sentono di aver tradito se stesse, di aver sbagliato… Pensando che sia troppo difficile in fin dei conti e rischiano di abbandonare tutto ciò che di buono e giusto hanno già fatto. Vediamo come, con Giusto Peso Per Sempre, possiamo tenere conto di questa difficoltà e RISOLVERLA. Vediamo come possiamo lasciarci andare a piacevoli conversazioni e socialità, PUR dando la giusta attenzione e ascolto al nostro stomaco.

Ma perché mangiare con gli amici è più complicato per chi vuole dimagrire?

Quando ci si trova in compagnia, alle feste in famiglia, alla pizzata aziendale, con amiche e amici semplicemente, la MENTE CONSCIA si trova impegnata a parlare, scambiare idee e opinioni o anche semplicemente a spettegolare . Così, di fatto, l’altra mente, quella INCONSCIA dovrebbe essere in grado di gestire da sola il rispetto della sazietà, il fatto di mangiare piano, posare la forchetta, masticare il giusto, fermarsi… Tutto senza mai essersi esercitati preventivamente!

Il segreto è sempre quello… prepararsi mentalmente

Dimagrire senza paura » Dimagrire con la PNL » Giusto Peso Per Sempre » Debora Conti Ma, essendo la mente inconscia ABITUDINARIA, se non la abituiamo PRIMA, quando siamo tranquilli a casa, a fare tutte quelle cose, dinnanzi a distrazioni, diventerà impossibile pretendere di fare due cose insieme al ristorante. È un po’ come quando impariamo a guidare, all’inizio la mente conscia e quella inconscia sono totalmente concentrate sulla strada, il cambio e i pedali. Man mano, dopo tanta pratica e giri vicino a casa, la gestione della guida diventa più… inconscia.

Ecco il momento in cui prendiamo la strada senza pensarci veramente, guidiamo naturalmente e possiamo finalmente pensare ad altro mentre guidiamo verso casa. Ecco, lo stesso capita quando si impara a suonare uno strumento, a parlare bene una lingua straniera, ecc.


Lo sapevi?

Lo sapevi che la parola dieta deriva dal greco “diaita” che significava semplicemente “modo di vivere”? Per i greci e i romani la dieta comprendeva tutto il benessere: il nutrimento, il movimento, la cura del corpo, la cura dell’anima con musica e poesia… Come la vivresti tu una dieta se fosse come ai tempi dei greci antichi?

Perciò, andare a cena con gli amici e i parenti non è diverso per la mente. Per chi ha difficoltà a gestire la sazietà e il COME mangia, sarà importante un ALLENAMENTO da effettuare prima di andarci. Come? Con le visualizzazioni! Le mie preferite 🙂

E se voglio dire “no” al Bis della suocera senza offenderla?

Per quest’altro annoso argomento da tavola, ti consiglio la lettura delle simpatiche FAQ nel mio libro “Il libro del Giusto Peso Per Sempre“, in cui condivido la tecnica per dire di no e far sentire la suocera/mamma/cuoca comunque apprezzata e importante.



TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!

Ciao, sono Debora, sperò che questo articolo “Quando MANGIARE CON GLI AMICI è un problema…” ti sia piacito. Se hai una domanda sull’argomento lasciami un commento e sarò molto felice di risponderti. Per approfondire puoi guardare anche il video, di presentazione del metodo Giusto Peso Per Sempre per iniziare a dimagrire senza dieta adesso. Ciao, grazie e a presto!


Comments 5

  1. Buonasera Debora, io non capisco ildialogo interno , mica sempre lo sento che mi parla avverto invece le sensazioni devo dare voce a quelle? devo dare delle parole a quello che provo? al senso che provo perché io questo dialogo interno non sento che mi parla spesso. Grazie

  2. Ciao Giuseppina, ottima osservazione, non sempre abbiamo un commento verbale. Nel caso tu fossi più ricettiva o abituata alle emozioni, puoi usare questo tuo canale “radio” per veicolare anche le tue emozioni. Ad esempio, sei in cucina e osservi tale emozione, cosa le (a lei) succederebbe se ti dicessi qualcosa come “lo faccio per…” e elenchi almeno un 2 o 3 ragioni per cui lo vuoi fare.

    Così facendo usi le parole a vantaggio del cambiamento.

  3. Ciao Debora,
    io riesco a gestire abbastanza bene i pranzi fuori, il problema è il rientro a casa.
    Pur essendo sazia inizio a spiluccare, poi mangiucchiare e poi mangiare.
    Forse mi stresso mentalmente quando sono fuori per cercare di mangiare correttamente e poi quando rientro a casa perdo il controllo.
    Vero anche che i pasti in famiglia (mamma o suoceri) non sono mai troppo sereni, diversamente da quelli con gli amici e dopo i quali mi capita meno di aver bisogno di mangiare.
    Premetto solo che quando sono a pranzo fuori mangio per qualità e quantità abbastanza correttamente seppur in maniera conscia, senza limitarmi eccessivamente, nel senso che quando mi alzo da tavola sono sazia (per quantità) e soddisfatta (per qualità/ scelta dei piatti).
    Cosa posso fare per eliminare il problema del DOPO pranzo in famiglia stressante??

    Grazie, ciao
    Roberta

    1. Qui Roberta entrano in gioco stress, relazioni, meccanismi con famigliari… Hai letto il libro? cosa trovi di utile nella lettura? Come ti parli? Come ignori eventualmente certe micro-reazioni fra di voi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *