Dimagrire MANGIANDO NORMALMENTE per SEMPRE

Facile! Ma cosa vuol dire esattamente “mangiare normalmente“? Di solito “normalmente” vuol dire “giusto” e, di solito, “giusto” è meno di quanto non si faccia ora.



TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!


Una delle sette mosse furbe che consiglio con il metodo GIUSTO PESO PER SEMPRE è “Mangia ciò che vuoi, spesso e in dosi moderate” (chiaramente, escludendo intolleranze e allergie). La questione è sempre dietro l’angolo: “Debora, cosa vuol dire? Come faccio a sapere quali siano le dosi moderate e giuste per me?” La risposta è sempre quella: “Prova e ascolta la sazietà del tuo stomaco”.

Ma come faccio a rispettare la sazietà dello stomaco?

Prova questo semplice trucco: quando senti che i sensi (olfatto e gusto) perdono di efficacia, allora è il tempo di smettere e di avanzare nel piatto. Pian piano, scoprirai che le tue porzioni diventeranno più modeste e ti riempirai il piatto con meno quantità, cioè “normalmente”, cioè il “giusto”. Torniamo a noi e alla questione del dimagrire mangiando normalmente. “Normalmente” vuol dire due cose:

1 mangiare bene. Mangiare tutto, mangiare qualitativamente bene, cioè niente (o pochi) precotti al super, pochi liquidi confezionati (cioè meglio la spremuta d’arancia fresca che il succo comprato e pieno di zuccheri), verdure, verdure e verdure, frutta, frutta e frutta e legumi certo.

Le verdure e la frutta non sono mai abbastanza. Per moltissimi di noi mangiare frutta vuol dire “Ah, sì.. forse ieri ho mangiato una banana”. Ok, e poi? Quand’è l’ultima volta che hai mangiato una pera per merenda? Una mela in ufficio? Carote per snack al parco? Finocchio crudo a listarelle davanti alla TV come snack? I nutrizionisti che si aggiornano oggi sanno che il conteggio delle calorie è inefficace, oltre che noioso. Oggi è meglio ribaltare le logiche: rendiamo il contorno la nuova pietanza principale. Facciamo che le coste saltate siano “il piatto” e quel pezzo di formaggio o pesce diventi il contorno.

2 mangiare le quantità giuste. E come si fa a sapere quali sono le quantità giuste per noi? In due semplici modi: a) osserva le persone Magre Naturalmente intorno a te: colleghe, amici, famigliari che sono normo peso, che NON sono a dieta (chiaramente) e mangiano bene: come mangiano? Come avanzano? Cosa scelgono? Cosa dicono quando sono sazi? Come dicono “No” all’offerta di bis? Prendi ad esempio persone di età simile, esperienza di vita simile, e dispendio energetico simile; b) E poi? E poi, come ho anticipato sopra, imparando a rispettare la sazietà. Per rispettare la sazietà il metodo Giusto Peso Per Sempre si concentra, non solo sulla sensibilità alla dilatazione dello stomaco, ma anche sui sensi: in particolare olfatto e gusto.

Quando parlo del mio metodo in libri, audio, video e corsi dal vivo, insisto sempre sulla libertà di mangiare tutto quello che va, seguendo SIA il gusto SIA il vero senso di fame. Combina queste richieste del corpo e DIMAGRIRAI MANGIANDO NORMALMENTE porzioni “normali”, cioè “giuste” per te, la tua età, esperienza di vita e dispendio energetico.

Segui il metodo GIUSTO PESO PER SEMPRE per imparare a dimagrire senza alcuna dieta, senza alcuna restrizione calorica, ma mangiando normalmente, cioè giusto.



Aggiungi al tuo calendario la data del prossimo corso di Giusto Peso Per Sempre a MILANO


iCalendar, Google Calendar, Outlook, Outlook Online, Yahoo! Calendar












Rendi oggi il tuo dimagrimento facile e duraturo. Torna alla tua forma, senza sforzi e in libertà. Ti seguirò passo passo anche nel gruppo di supporto incluso. Puoi iniziare adesso con la formazione online o il corso dal vivo.



Potrebbe piacerti anche…

Quella maledetta pancetta …che non se ne va Sei normopeso ma hai la pancetta? Fai movimento ma ti resta quel rigonfiamento? Vediamo insieme le possibili cause. Scrivo questo articolo perché mi sono capitate tutte personalmente. Poco esercizio fisico e mediocre tonicità muscolare, decisamente normopeso (anzi, avessi un po’ più di muscoli non s...
Quando la ciccia fa parte dell’identità Li riconoscete? Sono 3 grandissimi attori: da sinistra Kathy Bates (mitica in Misery non deve morire e in Titanic), Jack Black (lo ricordo benissimo in L’amore non va in vacanza e King Kong), e sulla destra la sprizzante Queen Latifah (che, oltre ad avere il suo talk show, ha fatto un sacco di film ...
Quando mangiare con gli amici è un problema… Cosa succede quando ci si trova a mangiare con gli amici? Con cibo a volontà, buono e appetitoso? Con conversazioni piacevoli da seguire e sostenere? E PURE con l’obiettivo di mangiare giusto nonostante le distrazioni? Proprio come i giochini elettronici, per coltivare la giusta attenzione e sensibi...
Dimagrire con la forza della mente inconscia No, certo che non esistono i miracoli. Ma esiste il potere della tua mente inconscia. Sfruttiamola! In questo articolo scopri come dimagrire con la forza della mente conscia ed inconscia. Portare il pensiero a beneficio dell’azione che stai svolgendo. È vero che se mi concentro su un muscolo mentre ...
In forma con la PNL In forma con la PNL. La PNL, ovvero la programmazione neurolinguistica, è associata all’idea di una cassetta degli attrezzi di un artigiano. C’è tutto ciò che gli serve e all’occorrenza raccoglie lo strumento giusto. Per questo è possibile dire che è più facile tornare in forma con la PNL. È più fac...

Comments 9

  1. Dottoressa Conti, buongiorno.
    Tentando di perdere peso (e di farne perdere anche a mia madre e mia sorella obese e perennemente on conflitto con i dietologi) sono stata incuriosita dal suo libro “Dimagrire senza diete” e l’ho letto.
    Iniziando a seguire le sue famose “7 mosse” e contando le calorie assunte, risultavano ogni giorno oscillare fra le 700 e le 900.
    Non so, non è dannoso al dimagrimento? Voglio dire, ho sentito che rallenta il metabolismo, che appena capita di mangiare un po’ di più si riprendono tutti i kg persi… Lei non dá una dose indicativa di calorie per cui non riesco a capire

    1. Post
      Author

      Cara Dafne, proprio il conteggio delle calorie va contro il mio metodo. Ci possono stare delle indicazioni alimentari sane ed equilibrate ma contare le calorie va contro l’ascolto dello stomaco e il rispetto della sazietà.

      Osserva i magri naturalmente che conosci, ascolta la vera fame e rispetta la giusta sazietà. Dimentica le calorie e mangia rispettando gusto e nutrimento.
      E poi muovi il corpo, servirà al tuo metabolismo.
      Fammi sapere magari era un mesetto,
      Debora

      1. La ringrazio moltissimo della risposta… seguirò tutti i suoi consigli senza stressarmi con l’ansia di contare le calorie e le farò sapere tra un mesetto 🙂

  2. Dottoressa Conti, buongiorno.
    Tentando di perdere peso (e di farne perdere anche a mia madre e mia sorella obese e perennemente on conflitto con i dietologi) sono stata incuriosita dal suo libro “Dimagrire senza diete” e l’ho letto.
    Iniziando a seguire le sue famose “7 mosse” e contando le calorie assunte, risultavano ogni giorno oscillare fra le 700 e le 900.
    Non so, non è dannoso al dimagrimento? Voglio dire, ho sentito che rallenta il metabolismo, che appena capita di mangiare un po’ di più si riprendono tutti i kg persi… Lei non dá una dose indicativa di calorie per cui non riesco a capire

  3. Ciao Debora da circa un anno ho comprato e letto il tuo libro del giusto peso per sempre e ti seguo nei vari blog… Credo che la direzione da te indicata sia quella giusta solo che nn riesco a seguirla sono sempre ferma allo start…mi trovo sempre un milione di scuse per non dedicarmi un po’ a me tra problemi con il lavoro, con i figli, con familiari vari …e così questi quasi 30 kg presi negli ultimi 10 anni sono sempre qui…possibile che nn riesca mai a portare a termine niente ? Credo sia la mia specialità lasciare sempre tutto sospeso… Mi piacerebbe che tu rispondessi alla mia mail e li io trovassi l’illuminazione… Un abbraccio ivana

    1. Post
      Author

      Ciao Ivana, per esperienza ho notato che se ci si ferma spesso alle scuse è perché ci si parla troppo e ci si ascolta troppo… Nel senso che si dà troppo valore alle parole di quella parte borbottona, paurosa e che non sa bene come andrà e si blocca. Impara a zittirla. Impara a dirti “Faccio perché voglio”, “Faccio come per tutto le cose che faccio subito (e non rimando mai)”… La sera prima, per il giorno dopo, preparati un dialogo interno che zittisce quei blocchi e allenati a immaginare che AGISCI. Fallo per un mese di fila, ogni sera, varia frasi, incentivi, modi di bloccare quei dubbi o confusioni e immaginati fare, ogni sera per il giorno dopo: avanzare, mangiare lentamente, sano, camminare, …
      Fammi sapere tra un mesetto 🙂
      Deb

      p.s. entro settembre costituirò di nuovo la pagina “Chiedi a Debora” e mi farai sapere lì 🙂

  4. Concordo pienamente con quanto affermato, ma penso che minimamente calcolare le kcal dei cibi e pesarli non sia male; all’inizio di questo nuovo percorso la situazione di sazietà potrebbe essere in parte falsata.
    Grazie Josef

    1. Post
      Author

      Ciao Josef,
      capisco in pieno il tuo dubbio, all’inizio la sazietà è falsata dalle quantità più abbondanti. Ecco perché consiglio di affidarsi a olfatto, gusto e salivazione che non ingannano mai. Dal libro https://goo.gl/VAdEJz ne parlo e spiego come fare.
      Ciao
      Debora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *