Tre motivi per cui una DIETA PUÒ ESSERE UTILE

Tre motivi per cui una DIETA PUÒ ESSERE UTILE

Quando una dieta è utile e quando non lo è? Vediamo tre motivi per cui una dieta può essere veramente utile e consiglio di rivolgersi a un nutrizionista o dietologo. Ecco perché più di 200 professionisti si sono formati con questo metodo “emotivo, comportamentale e mentale”.



TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!


1 Se si tratta di un piano personalizzato dato da un nutrizionista o da un dietologo, spesso aiuta a mettere ordine a livello alimentare. Incontro persone che non hanno una vera idea di quanto mangiaVANO, non sanno cosa sia veramente “leggero” e il nutrizionista certe volte serve proprio ad aprire gli occhi su tre aspetti: la quantità, la qualità del cibo e la varietà di scelta.

2 Andare da un dietologo o nutrizionista è utile se vi si accompagna un lavoro mentale. È fondamentale che la persona capisca e GESTISCA i risultati. Non è il nutrizionista che riesce, è la persona che capisce, adatta, personalizza. Il professionista è, come si dice in PNL (Programmazione Neuro-linguistica) uno strumento.

3 …e vado oltre. La dieta funziona se l’obiettivo non è il dimagrimento in sé, la dieta funziona se viene considerata un mezzo di pulizia, purificazione, riordino… Se una dieta personalizzata è uno strumento, un accompagnamento a un lavoro mentale a vari livelli (identità, capacità, atteggiamento, convinzioni, comportamenti, ambiente) allora tutto funzionerà.

Ecco perché fino ad oggi si sono formati con il metodo Giusto Peso Per Sempre già più di 200 professionisti di tutta Italia, venuti a Milano negli anni per il corso Diventa Coach di Giusto Peso Per Sempre, che insegna loro gli strumenti del metodo e come trasferirli ai loro pazienti.

Ecco ora altrettanti 3 motivi per cui le diete NON sono utili:

1 Sono limitate nel tempo, prima o poi bisogna riprendere a mangiare “fuori dalla lista”. Si limitano al cibo da assumere ai pasti e non sanno come risolvere abitudini errate, compulsioni, o quei momenti di associazione emotiva, come più semplicemente mi piace chiamarli. Momenti in cui si mangiAVA non per fame ma per sfogo emotivo appreso. Si mangiare per rilassarsi, svagarsi, darsi un momento di attenzione… Nulla di male, ma questa pratica è frequentissima in persone in sovrappeso e le diete non sono fatte per risolvere questi comportamenti errati.

2 Le diete inducono a provare quegli antipatici sensi di colpa se si “sgarra” dalla dieta. E un meccanismo in partenza sbagliato. Non si potrà mai essere perfetti e ligi alla dieta. Gli “sgarri” devono essere contemplati e accettati. Inoltre, sarebbe necessario un intervento a livello comportamentale con strumenti di PNL che Giusto Peso Per Sempre usa dal 2006. Il meccanismo è questo: più ci si sente in colpa, più è facile abbandonare il regime consigliato, e più è facile poi esagerare nel mangiare: “Tanto ormai è fatta”, si dice la mente e dimentica i buoni propositi fatti. Lavorando con la mente inconscia, alla base e seguendo una dieta (vedi alimentazione) varia e flessibile, i sensi di colpa svaniscono in fretta.

3 Lo stomaco disimpara a controllare la fame vera e lascia fare troppo lavoro al cervello. Le liste delle ricette consigliate sono spesso difficili, ci chiedono di andare a fare la spesa più di due volte a settimana per avere gli ingredienti richiesti e tutto diventa più complicato. E poi, se quel giorno non ho voglia di pesce, che faccio?

Seguire regimi alimentari per nulla flessibili è frustrante e limitante. Il cervello ha già tante cose da gestire, lasciamo il gusto e il nutrimento allo stomaco! Lo scopo di una dieta dovrebbe essere solamente educativo, informativo. Tutto il resto del lavoro dovrebbe provenire da scelte del diretto interessato, motivato a dimagrire… Meglio, motivato a diventare una persona Magri Naturalmente.




Ciao, sono Debora, sperò che questo articolo “Tre motivi per cui una DIETA PUÒ ESSERE UTILE” ti sia piacito. Se hai una domanda sull’argomento lasciami un commento e sarò molto felice di risponderti. Per approfondire puoi guardare anche il video, qui sotto, di presentazione del metodo Giusto Peso Per Sempre. Ciao, grazie e a presto!




Comments 12

  1. Ciao a tutti/e! In questo ultimo giorno di lavoro (per fortuna domani si dorme eh?? ^.^) volevo condividere una mia piccola vittoria:è una settimana che ascolto lo stomaco e la mia fame… Ho perso circa mezzo chilo, ho ancora tanto gonfiore da smaltire però mi sento e meglio e, udite udite, oggi a pranzo avevo proprio voglia di pizza e me la sono mangiata senza grandi dubbi e quasi senza voglia di scappare subito in bagno a liberarmi del mio “sgarro”. Anche perchè è qualche giorno che “gli extra” non li percepisco più come tali:ieri dopo cena sentivo un vuoto allo stomaco immane, e una bella tazza di latte me la sono regalata! 😉

  2. Ps. A proposito:Debora puoi dare qualche dritta a chi,come me, più che kg vuole perdere gonfiore?
    Grazie, un bacio

    1. Post
      Author

      Non saprei Michy, potrebbe dipendere da vari fattori… è costante per tutto il mese? dormi abbastanza? mangi tanta pasta e pane? hai intolleranze? bevi acqua? fai movimento?

  3. Ciao a tutti.. ormai da tempo sto cercando di far sempre più mio giustopesopersempre, con il concorso mi sono impegnata più seriamente anche se i risultati fisici non sono stati così visibili. ma la mia mente stata finalmente godendo della libertà e del piacere di mangiare. Da quando è finito il concorso ho perso 3 kg e 1 taglia senza sentirmi addosso il peso della dieta. Grazie ancora Deb!
    Ale

    1. Post
      Author
  4. Intolleranze ne ho molte (grano,riso,soia,latticini) e in più non riesco a fare tutto il movimento che vorrei (lvoro 10 ore al giorno)…

  5. Ciao Debora!
    Da super esperta dei fallimenti delle diete aggiungo un problema che deriva dal punto 2):
    6) isolamento sociale. Chi inizia una dieta prima o poi desidera vivere da solo (che tristezza, eh?) perché non deve scontrarsi con chi, diversamente da lui, può mangiare ciò che vuole. Genitori, fidanzati, figli, coinquilini… e iniziano le litigate!
    Con il senno di poi mi rendo conto di quanto sono stata stupida a lamentarmi con mia mamma, che si è presa cura di me e si è fatta carico di prepararmi il pasto per così tanti anni … ora quando capita che mangio da lei non oso fiatare sui suoi manicaretti: ci pensa lo stomaco a regolare le quantità e io mi gusto la sua ottima cucina!

    Ah, dimenticavo: con isolamento sociale includo anche tutte le cene con amici e parenti, che passano da momento di relax e allegria a veri e propri momenti di crisi… Abbasso le diete!!

  6. Confermo tutto!!! Sono LIBERA. Non ho più nemmeno bisogno di seguire coscientemente le mosse, ora è tutto automatico!
    E che soddisfazione quando una nuova conoscenza, se si parla di peso ti dice “Bella forza, tu sei magra!”. Ah se solo sapesse, penso. E infatti glielo dico subito! 😉

  7. anche io sono d’accordo. ho fatto una dieta quando avevo 18 anni… dopo un po’ mi sono stufata e poi ho ripreso chili e finalmente ho lasciato stare ufficialmente. poi però mi sono trasferita, ho iniziato a fare la spesa da me, cucinare da me… e ho trovato il mio peso forma con gusto

  8. Cara debora, sto valutando l’idea di farmi aiutare da un nutrizionista, ma come faccio a sapere se nella mia zona ce n’è uno che usa il metodo giusto peso per sempre? grazie

    1. Post
      Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *